Blog: http://Innoxius.ilcannocchiale.it

"Ggiovani Pd", ovvero come si ridicolizza la democrazia

Lancio un disperato appello: tutto quello che volete, ma le Primarie no!

Voi giovani veltrodem, che in linea con l'interpretazione memorabile di Alberto Sordi in "Un americano a Roma", guardate agli States, un po' occheggiando al change di Obama, un po' scimmiottando pezzi di slang yankee, svegliatevi un attimo dal sogno e mirate la realtà: non chiamate "Primarie" il vostro obbrobrio, che poi non è se non la solita pasta fatta in casa, copia di una copia peggiore dell'originale senior. C'è tanto di "democratico" nella fantasia di queso partito che non sia già stato vivisezionato, smembrato, distrutto. Non aggiungete anche voi rovina a rovina!

Veltroni che vuole una giovanile su misura (altro che liberi e autonomi, e come al solito, bella politica nel rusco), moduli per le firme per la candidatura che non esistono, comitati che spuntano nel sottobosco, Primarie che solo i ben informati sanno che ci saranno a metà ottobre (larga partecipazione?). Per lo meno uno straccio di avvertimento ai segretari di circolo giusto per stendere un velo di informazione. Niente. Solo voi sapete quanto ci sia di vicino alle Primarie degli Stati Uniti!

Non vi auguro un flop, ma lasciatemi avere seri dubbi sul fatto che farete molta strada in queste condizioni. Regola numero uno: con la democrazia non si gioca. O la si fa, o si lascia perdere.

Pubblicato il 23/9/2008 alle 15.11 nella rubrica Partito Democratico.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web